Fai doppio clic per iniziare a scrivere

Studio di Psicoterapia

Clicca qui per modificare il sottotitolo

Quando serve lo psicologo?

“Come può uno sconosciuto che non sa nulla di me risolvere ciò che non ho risolto da solo?” "Io non sono mica matto!!" Questi sono soltanto due dei tanti luoghi comuni che rendono, ancora oggi, difficile rivolgersi ad uno psicologo

Rivolgersi ad uno psicologo ma, anche, esortare chiunque riconosca di vivere un momento di blocco, disagio, sofferenza, malessere a significa prendersi cura della propria salute psicologica tanto quanto fa con la sua salute fisica, superando le barriere mentali costituite da propri ed altrui pregiudizi, stereotipi sociali, convinzioni errate accompagnate da conseguenti vissuti di vergogna, imbarazzo e diffidenza.


Dallo psicologo si può decidere di andare per diverse ragioni e con motivazioni diverse, legate sia alla presenza di un malessere psicologico, che al desiderio di migliorarsi ed accrescere le proprie capacità personali ed il proprio benessere psicofisico. Possiamo sintetizzare dicendo che i motivi possono essere di due tipologie diverse:


- Una crescente condizione di sofferenza psichica – che si riflette sulla vita sociale, familiare e lavorativa – che non può più essere ignorata;


- Il desiderio di miglioramento e crescita personale, finalizzati al raggiungimento di un benessere psicofisico stabile, integrato e qualitativamente superiore.



google-site-verification=V_iMkOn2yj2oy7op1HuoFB3xAMI306B1Xb8fL4wK9XI